ENTE NAZIONALE PROTEZIONE ANIMALI - Sezione di BORGOSESIA (VC) - Rifugio "IL GIARDINO DI QUARK" (GATTINARA)

Eventi e notizie (59)

ARCAPLANET PER ENPA

Dal 26 maggio al 5 giugno ogni acquisto superiore a €35 si trasforma in un pasto per i trovatelli dell’ENPA.

Per undici giorni, da giovedì 26 maggio fino a domenica 5 giugno, in tutti i punti vendita Arcaplanet perogni scontrino superiore ai 35 euro verrà donato un pasto destinato alle migliaia di trovatelli ospitati nei canili e gattili dell’Ente Nazionale Protezione Animali dislocati sul territorio italiano. Sarà possibile inoltre donare ancora più cibo acquistando prodotti selezionati e contrassegnati con un bollino speciale.

Per Arcaplanet, con 150 negozi in 13 regioni, è molto importante l’aspetto dicharity, ne è una conferma la collaborazione con numerose associazioni e l’organizzazione di vere e proprie collette alimentari. Nel corso del 2015 sono state organizzate un totale di 375 raccolte.

L’evento in collaborazione con ENPA è particolarmente significativo e importante per Arcaplanet che vede la sensibilizzazione della sua clientela crescere di anno in anno, permettendo loro di fare del bene a un numero sempre maggiore di animali. L’iniziativa si colloca all’interno della partnership pluriennale con Arcaplanet che premia l’operatività e la capillarità sul territorio della nostra associazione. Nel 2015, infatti, un’iniziativa analoga con Arcaplanet ha garantito alle sezioni ENPA una donazione in pet food, antiparassitari, cucce e accessori pari a ben 24.792 euro.

Tutti i proprietari di animali abituati a regalare gesti d’amore ai propri amici con la coda potranno in questi giorni contribuire insieme ad Arcaplanet a riempiere la ciotola di quelli meno fortunati. Per aiutarci andate nel punto vendita di Romagnano Sesia, via Novara 251 .

Per ulteriori info sui prodotti, attività e negozi, visitare il sito http://www.arcaplanet.it/.

Leggi tutto...

REFERENDUM DEL 17 APRILE

Il “referendum trivelle”. Domenica 17 aprile dalle 7:00 alle 23.00 si vota il referendum per fermare le trivellazioni petrolifere in mare care al governo Renzi. Ben 9 regioni - Basilicata, Calabria, Campania, Liguria, Marche, Molise, Puglia, Sardegna e Veneto - hanno promosso l'iniziativa referendaria per le gravi conseguenze e per i rischi che – già da ora - la ricerca e l'estrazione del petrolio comportano per l'ambiente, per la salute di persone e animali, per il turismo.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS
CONTATTACI!